Massimo Dall’Olio

Ragioniere negato, strappo in qualche modo un diploma e parto per il militare (V.A.M. Viterbo) dove senza ragioni apparenti decido: psicologia.
Approdo a  Padova; tra caserma e facoltà la differenza salta agli occhi (per dirla con De Gregori) e capisco di aver fatto la scelta giusta. Anni di amici, studio, amore, spritz e pallavolo che finiscono con 110, lode e disoccupazione.
È il 1998, parola d’ordine: interinale (coraggio, fatti affittare). Dopo un paio di incarichi in affitto l’agenzia mi assume, a tempo indeterminato (si… era proprio il secolo scorso). Tempo 2 anni e mi ritrovo responsabile di filiale con auto aziendale, telefonino, due-milioni-al-mese (!) e una gran voglia di scappare. Sarà il desiderio di vedere il mondo, la fidanzata che sta a Barcellona, l’incontro col buddismo, insomma: resisto un altro anno poi scarto di lato come il bufalo, mollo tutto e mi iscrivo a un master in relazioni internazionali. A Bologna.
Respiro di nuovo (sono pur sempre emiliano), imparo, conosco persone, faccio anche un tirocinio a Buenos Aires ma alla fine del 2002 sono di nuovo senza lavoro e a casa coi miei, a farmi domande impegnative. Oltre a mandare cv pratico il buddismo (quello di Nichiren, per chi ne sa). Risultato, non senza ironia per uno che cerca l’illuminazione: mi assumono all’Enel! Area formazione, selezione e risorse umane. Faccio le valige e parto per la capitale, dove tuttora mi trovo, per dirla tutta.
Il lavoro è interessante ma la strada sembra di nuovo troppo segnata e ricominciano le mie inquietudini. Dopo 2 anni scalpito e quando mi arriva la chiamata di una NGO di Roma (Intersos), metto giù il telefono e dopo 5 minuti sono là per il colloquio.  Il primo gennaio 2005 comincio a collaborare con Intersos di cui diverrò responsabile delle risorse umane. Un mondo (letteralmente)  si apre, i progetti sono in Africa, Medio Oriente e Balcani, anche le persone che seleziono e che gestisco vengono da diversi paesi. Io stesso lavorerò per vari mesi in Libano poi in Pakistan su progetti finanziati dalle Nazioni Unite.
 Sono passati altri 9 anni (in cui mi sono anche sposato e ho fatto due figli, tanto per non parlare solo del lavoro) e una nuova fase si è delineata. A partire dal 2013, a dispetto del momento economico tutt’altro che favorevole, ho rilanciato di nuovo e ho aperto partita IVA per seguire la passione della formazione e del coaching. Oggi collaboro con Elidea – psicologi associati e ho anche creato questo blog per aiutare le persone che cercano lavoro. Se sei interessato mettiamoci in contatto ok?

massimo.dallolio@fyouturelavoro.it 

Facebook  |  Linkedin

color
http://www.fyouturelavoro.it/wp-content/themes/maple/
http://www.fyouturelavoro.it/
#d8d8d8
style1
scroll
Loading posts...
/home/fyouture/public_html/
#
on
none
loading
#
Sort Gallery
on
yes
yes
off
off
off