Your browser (Internet Explorer 6) is out of date. It has known security flaws and may not display all features of this and other websites. Learn how to update your browser.
X
Post

JobSwapper (ovvero, scambiarsi il lavoro): intervista ad Alessandro Zanet

scambio-linkL’idea è semplice: poter scambiare il proprio luogo di lavoro con uno più vicino alla propria residenza. In questo modo si risparmierebbero km di trasferimenti, costi sia personali che societari, stress e inquinamento; con conseguente aumento di gratificazione e tempo a disposizione per altre attività.
Ok, detta così non fa una piega. Tutti quelli che lavorano distante da casa si sono prima o poi chiesti “ma è possibile che non ci sia un lavoro simile al mio più vicino a dove abito?”. La novità è che recentemente qualcuno ha provato a tradurre questa esigenza in un’idea per una start-up. È così che nasce JobSwapper, una piattaforma web che si propone di ottimizzare gli spostamenti di lavoro (e la sua ricerca) sfruttando la cartografia e cercando di incrociare domanda e offerta.
Certo, un posto di lavoro non è esattamente come una figurina e scambiarlo con qualcun altro richiede diversi “incastri” non scontati. Per capire meglio come funziona il sito e quali opportunità può dare per chi cerca lavoro sono quindi andato ad intervistare Alessandro Zanet, uno degli ideatori dell’iniziativa. More…

Post

La lettera di presentazione: 4 consigli per non temerla più.

CalvinOgni settore ha le sue aree critiche. Quando studiavo psicologia ad esempio tutti temevamo molto l’esame di statistica. Scrivendo il blog e parlando con le persone mi sono reso conto che, per chi cerca lavoro, uno degli aspetti che mettono più in difficoltà è: la lettera di presentazione. Persino una giornalista freelance, con pubblicazioni alle spalle, mi ha confessato di non averne mai fatta una che la soddisfacesse. Dalla prospettiva del selezionatore (e sapendo il tempo che solitamente ci si dedica) è un timore infondato. Resta tuttavia uno strumento imprescindibile, che va conosciuto e padroneggiato. Ecco quindi le mie 4 dritte per non temerla più. More…

Post

RSS feed: mai più senza!

Medicina-BolognaSono cresciuto in un paese che si chiama Medicina (si, Medicina: 20 Km da Bologna). Una delle attività principali delle compagnie adolescenziali era fare le “tonde”: giro completo del paese (3 minuti e 45” complessivi) per restare sempre aggiornati sulla movida Medicinese.  Ci si trovava al bar o in piazza poi: “andiamo a far due tonde?”. E via, tutto il pomeriggio in giro.
Finché  un giorno qualcuno di noi deve aver risposto in modo diverso e ha detto: “ma lascia ben che girino gli altri!” (il “ben” è un intercalare emiliano, assieme ad altri più noti e coloriti). Ci siamo quindi piazzati sulle panchine davanti ai giardini, tappa obbligata di chi faceva le tonde, e ci siamo accorti che bastava stare fermi lì per vedere tutti quelli che erano in giro. Una piccola svolta, in un certo senso.
Ecco, usare gli RSS nella tua ricerca di lavoro sarà una svolta tipo quella: ti risparmierà il tempo di dover fare ogni giorno il giro dei diversi siti di annunci per vedere se ci sono delle novità interessanti o delle offerte in linea con il tuo profilo. Basta scaricarsi un semplice programmino che raccoglie gli  RSS (i cosiddetti “feed”, da cui feed reader o RSS feed) e la mattina quando accendi il pc ti ritrovi, in un posto solo e senza fare nulla, tutti gli aggiornamenti delle ricerche che hai impostato. E’ comodo o no?! More…

Post

3 alternative al cv tradizionale

snoopy-scrittoreNegli ultimi vent’anni il modo di comunicare si è a dir poco stravolto ma lui –  il cv – ha tenuto botta ed è ancora lì, sostanzialmente invariato. Abbiamo e-book, file mp3 al posto dei cd, tablet, Skype e tutto il resto ma una vera innovazione per quanto riguarda il modo di candidarsi ad un lavoro ed entrare in contatto con le aziende non è ancora arrivata. E certo non perché il cv sia uno strumento amato o particolarmente efficace.
Diciamolo: è asettico, freddo, un po’ noioso e poco utile a farsi un’idea concreta della persona che ci sta dietro. Tutta una serie di informazioni ne restano fuori e spesso basta incontrare la persona per 5 minuti per averne un’immagine molto più accurata. E’ naturale quindi che siano stati fatti diversi tentativi per trovare qualcosa di più innovativo, che trasmetta le informazioni in modo diverso, meno impersonale. Come dicevo nessuna di queste proposte si è ancora diffusa abbastanza da mettere in discussione il ruolo del cv tradizionale ma si respira senz’altro, anche nei selezionatori, una maggiore apertura verso le novità ed è importante conoscere quali sono caratteristiche, pro e contro delle alternative attualmente disponibili. More…

Post

Il capitale sociale: la risorsa più importante per costruire opportunità di lavoro

Jaques-Prevert
Jaques Prevert

C’è una poesia di Prevert che si chiama “Per fare il ritratto di un uccello”, la potete leggere qui. A prima vista è proprio una serie di istruzioni su come fare un ritratto perfetto.  È una bella metafora sul realizzare qualcosa in generale (o trovare l’amore?), e la particolarità è che alla fine l’unica cosa che non bisogna dipingere è proprio l’uccello (che nella poesia arriva da solo). Dipingi la gabbia aperta, poi qualcosa di grazioso per l’uccello, poi metti il quadro su un albero, aspetta, e così via.  Detta così suona strana, mi rendo conto. E invece è molto bella questa enfasi tutta sul contesto, sulla cura da dedicare alle condizioni perché si realizzi qualcosa. More…

Post

Il colloquio di selezione: come prepararsi per affrontarlo in modo consapevole.

colloquio-selezioneSe fate un giro nei principali siti e blog che parlano di come affrontare il colloquio di selezione troverete diversi consigli e accorgimenti, di solito molto concreti, come: vestirsi con cura, arrivare puntuali, raccogliere in anticipo informazioni sull’azienda, sorridere. A volte si arriva anche alla stretta di mano vigorosa. Tutto corretto, ma l’impressione è che si semplifichi troppo una situazione che resta invece complessa e poco riconducibile ad alcune regoline che ne garantiscano la buona riuscita. Trattandosi di una relazione (seppur particolare) le variabili in gioco avranno sempre a che vedere con elementi personali e unici che ognuno porta nella situazione. Insomma, per fare un buon colloquio di selezione secondo me non si può fare a meno di guardarsi prima dentro per essere più consapevoli del proprio modo di interagire e poterlo (per quanto possibile) gestire.
Ecco alcune considerazioni che possono tornare utili in quest’ottica. More…

Post

Linkedin per chi cerca lavoro: consigli per l’uso

linkedin-logoSe stai cercando lavoro è molto probabile che tu abbia creato un account su Linkedin. Ed hai fatto bene perché secondo questa ricerca dell’AIDP anche in Italia quasi il 60% delle aziende lo usano come canale di selezione. Le statistiche poi parlano chiaro: chi trova lavoro, nella maggioranza dei casi lo fa grazie alla propria rete sociale e al passaparola.  Con i suoi 4 milioni di iscritti in Italia Linkedin è il più importante social network professionale ed è una vera miniera di possibilità. Molti però una volta completata l’iscrizione e aggiunti un po’ di contatti si chiedono: “e ora che faccio?”. Se anche tu ti sei trovato in una situazione simile ecco la mia personale lista di consigli per sfruttare le potenzialità di LinkedIn nella tua ricerca di lavoro (altri ottimi suggerimenti li trovi su social-hire). More…

Post

Il CV: 10 cose da controllare prima di cliccare su “invia”

curriculum-vitaePremessa
Considera questa cosa: il cv non è sufficiente per farti assumere. Ma può essere sufficiente per farti scartare. Quindi non c’è bisogno di fare un super-curriculum (perché tanto l’assunzione te la giochi al colloquio) ma c’è bisogno di non fare errori grossolani, per restare in pista dopo il primo screening e passare almeno al secondo turno.
La casistica sulle cose più curiose e strampalate che si trovano nei cv è ormai un genere letterario a sé stante per chi si occupa di selezione. Va bene cercare di distinguersi dalla massa, ma non ad ogni costo! Se vuoi che il tuo cv passi i primi 15 o 20 secondi critici di attenzione del selezionatore ma al tempo stesso che sia notato per elementi di professionalità e competenza ecco una lista di 10 cose da controllare prima di cliccare fatidico il tasto “invia”. More…

Pagina 4 di 512345