Your browser (Internet Explorer 6) is out of date. It has known security flaws and may not display all features of this and other websites. Learn how to update your browser.
X
Post

Personal branding: cos’è e perché può essere utile per trovare lavoro.

joecoolLa domanda da porsi è questa: per quale ragione un datore di lavoro dovrebbe scegliere me e non un altro profilo simile al mio? Quando la trovi, quella ragione è il tuo personal brand. È il tuo punto di forza, quello che ti distingue e su cui puoi puntare. Il personal branding invece è tutto quello che puoi fare per coltivarla, definirla al meglio e comunicarla in modo efficace. Noi tutti facciamo personal branding quotidianamente e in qualche modo gestiamo e promuoviamo la nostra immagine (quale che sia) di fronte agli altri e nella società. Si tratta di acquisire consapevolezza sui meccanismi che sottostanno a questo processo in modo da essere più efficaci e renderlo più funzionale ai nostri obiettivi. Come è facile intuire, è una competenza che può tornare molto utile per chi cerca lavoro e non va sottovalutata o liquidata come l’ennesimo americanismo. (Van Morrison – Days ike this. Colonna sonora per la lettura)

Cosa non è il personal branding

Fare Personal Branding vuole dire in un certo senso scommettere su se stessi e su quello che si sa fare meglio. C’è un aspetto importante da chiarire perché spesso si fa confusione: non c’entra con il “sapersi vendere”. Il personal branding non porta a dare un’immagine falsa di sé, a gonfiare il cv o a cercare di attribuirsi delle qualità che in realtà non si hanno. Non si tratta di questo. Il punto è piuttosto riuscire a spiegare in modo chiaro quello che ci differenzia dagli altri, le nostre specificità e le nostre passioni. In questo modo si possono attrarre possibilità coerenti con le nostre caratteristiche, diventare un (anche piccolo) riferimento per qualcosa di specifico e fare in modo che siano gli altri a cercarci perché abbiamo chiarito, noi per primi, i motivi per cui dovrebbero farlo e i benefici che ne avrebbero.

Fare errori nuovibrand

Oltre ad avere chiari con noi stessi quelli che sono i nostri punti di forza distintivi è fondamentale quindi cercare di capire anche in che modo si viene percepiti dagli altri. Come ci vedono le altre persone? Quanto l’immagine che diamo agli altri è simile a quella che abbiamo in mente noi? Raccogliere attivamente i feedback è in quest’ottica un’attività da fare senz’altro. Se l’immagine che diamo è simile a quella di molte altre persone avremo un personal brand debole (e le probabilità di essere contattati diminuiscono). Non è necessario essere dei creativi ad ogni costo ma cercare di non conformarsi alla tendenza generale, probabilmente si continuerà a sbagliare ma quantomeno si cominceranno a fare errori nuovi e non ripetere quelli di sempre. Un elemento fortemente distintivo sono le nostre passioni, parlare di lavoro e basta sarebbe noioso, i bravi networker creano connessioni tramite le loro passioni, sono quelle a renderci persone interessanti.

Personal branding e 2.0

Se in passato poteva avere un senso cercare di “costruire” la propria immagine e gestirla in autonomia oggi con web 2.0 le parole d’ordine sono condivisione, collaborazione e partecipazione. L’utente inizia a generare contenuti e non più solo a riceverli passivamente, la nostra stessa reputazione è sempre meno sotto il nostro controllo diretto per venire definita dall’insieme di persone che ci circondano. Con Internet e i social media l’accento è tutto sulla conversazione piuttosto che sulla comunicazione unidirezionale. Si parte dalla propria personalità e unicità, dai propri punti di forza, per costruire una relazione duratura (e a due vie) con il proprio pubblico, capace di rafforzare e la propria immagine e attrarre nuove opportunità. Per chi vuole approfondire l’argomento segnalo l’ottimo sito personalbranding.it da cui alcuni dei concetti di cui ho parlato in questo post sono stati presi.

  • […] quell’elemento in più che ci farà notare e ricordare. Una volta individuato il nostro personal brand infatti lo dovremo comunicare usando i diversi canali a nostra disposizione e, per farlo in modo […]

  • Sono amorevole godendo il tema / design del tuo sito sito .
    Avete mai esegue in qualsiasi browser compatibilità problemi
    ? A numero lettori si sono lamentati mio blog lavora correttamente in Explorer ma sembra grande in Firefox .
    Avete consigli per aiutarti a risolveere questo problema
    problema ?

  • We are very pleased to let you know that we have have
    the best look for equipment, to make browsing men and women based upon likes
    and dislikes, geographical location simple! Also
    you can browse single people based on lifestyle age, religion, gender and preferences ethnicity and so on.

    Gerard

    6 ottobre 2014

Leave a comment  

name*

email*

website

Submit comment